Martedì 08 Marzo 2011

Trezzo d'Adda, passa ai restauri
la torre del castello visconteo

La torre del castello di Trezzo sull'Adda passa ai restauri. Il progetto consolidamento statico della torre di proprietà del Comune prevede un costo di circa un milione e 600 mila euro, di cui 400 mila euro finanziati a fondo perduto dalla Regione.

Per la realizzazione delle opere sono previsti venti mesi, ma sarà chiesta una riduzione dei tempi esecutivi in fase di gara, tra i 15 e i 18 mesi. Se tutto va come programmato, l'accesso alla torre potrà avvenire alla fine del 2012 o al massimo all'inizio del 2013.

Il progetto è stato redatto dall'ingegnere Lorenzo Jurina con gli architetti Alberta Chiari e Massimo Mazzoleni e il coinvolgimento degli assessorati ai Lavori pubblici e alla Cultura. L'intervento prevede prima di tutto la messa in sicurezza della torre, costruita nel XIV secolo con blocchi squadrati di ceppo dell'Adda, regolari, molto ben lavorati e sagomati in rilievo. La torre attualmente mostra diversi problemi che devono essere sanati: caduta di frammenti di clasti (materiale che compone i blocchi della torre), disgregazione ed erosione del ceppo dell'Adda, polverizzazione ed erosione delle superfici delle malte delle fughe, cadute delle malte, presenza di patina scura, infestazione da vegetazione, due vistose fessure sui fronti ovest ed est della torre, fessure ramificate sopra l'apertura praticata nell'Ottocento.

Per accedere alla sommità verranno realizzate delle scale a pianta quadrata, con una ventina di pianerottoli di collegamento; su ognuno di questi verranno collocate mostre tematiche, creando così il percorso storico e rievocativo del castello visconteo di Trezzo.

e.roncalli

© riproduzione riservata