Venerdì 18 Marzo 2011

Bergamo estate: aperti i bandi
Si punta a un 2011 più ricco

La primavera (almeno sul calendario) è ormai alle porte, e in città qualcosa comincia a muoversi per vivacizzare la stagione estiva con eventi e manifestazioni. L'Amministrazione comunale ha infatti pubblicato i bandi per allestire il tradizionale cartellone «Bergamo Estate», una serie di iniziative da realizzare sul territorio tra il 30 maggio e la fine di settembre.

Lo scorso anno gli eventi inseriti erano stati più di settecento, di cui 357 finanziati da Palafrizzoni e distribuiti un po' in tutta la città, dalle Mura al centro, dai quartieri ai parchi, attraverso le piste ciclabili fino alle piazze e agli oratori. Nel 2010 erano state 65 le realtà coinvolte, tra associazioni, enti, fondazioni e istituzioni.

L'obiettivo 2011 è di mettere in campo un programma altrettanto ricco: «La formula proposta per il bando è la stessa degli anni scorsi - spiega l'assessore al Tempo libero, Danilo Minuti -. La speranza è che anche quest'anno le iniziative siano tante e di qualità, vediamo che c'è una certa attesa».

Il cartellone è aperto a proposte di intrattenimento di vario genere: i progetti possono per esempio rivolgersi a giovani, ai bambini o agli anziani, riguardare l'ambito artistico, culturale o sportivo, proporre itinerari alla scoperta della città o momenti di animazione.

Attraverso i due bandi pubblicati sul sito Internet del Comune, Palafrizzoni selezionerà le iniziative da inserire nel calendario, puntando «a una programmazione coerente e diversificata, che sappia coniugare le attività promosse direttamente dal Comune di Bergamo con le manifestazioni suggerite o realizzate dai soggetti privati o dal mondo dell'associazionismo, in collaborazione e con il sostegno di altri enti e sponsor».

I bandi distinguono tra proposte che richiedono il sostegno economico (parziale o totale) del Comune, ed eventi totalmente a carico del proponente, che dall'inserimento nella rassegna possono ricavare benefici in termini di promozione e comunicazione. I progetti vanno presentati entro venerdì 8 aprile, facendoli pervenire all'Istituzione per i Servizi alla Persona (via del Polaresco, 15) per posta o con consegna diretta.

Leggi di più su L'Eco di venerdì 18 marzo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata