Lunedì 28 Marzo 2011

Federconsumatori e le strade:
«Ecco le condizioni delle scalette»

Dopo le segnalazioni riguardanti il dissesto di alcune strade e la risposta avuta dall'assessore, Federconsumatori Bergamo torna alla carica: l'associazione «ritiene di dovere insistere nel  denunciare e documentare la situazione esistente, specie per quei casi dove si ravvisano condizioni di pericolo».

«Oggi evidenziamo all'attenzione del Gentile prof. Saltarelli due fatti - scrive Federconsumatori -. I cittadini non hanno bisogno che qualcuno decida per loro quello che devono sapere e quello che è meglio ignorino. Contrariamente a quanto crede il nostro amministratore, sono in grado di capire quando un intervento non può essere fatto perché sono sopraggiunte priorità diverse. Quindi non è accettabile che non si pubblichi il programma dei 110 interventi di manutenzione stradale previsti».

Inoltre «da settimana scorsa sono pervenute altre segnalazioni (che abbiamo vagliate) inerenti lo stato di pericolo in cui versano alcune delle “scalette” sui colli di Città Alta». E Federconsumatori ha allegato (nelle immagini) «fotografie che rendono l'idea di come le nostre meravigliose scalette abbiano urgente bisogno di manutenzione».

«Nel particolare - prosegue l'associazione - si tratta della scaletta dello Scorlazzone (gradini rotti e sconnessi); della Via Lavanderio (pavimentazione sconnessa e con buche); dell'inizio della scaletta di Via Fontanabrolo (gradini rotti e mancanti)); di Via del Rione (manca il paracarri che separava la scaletta dalla strada) e di Via Ciaregotto dove il muro di contegno sta cedendo e le pietre del fondo stradale sono fuori posto».

Frederconsumatori, finisce la lettera, «in attesa di risposte concrete augura buon lavoro all'assessore e ai suoi collaboratori».

r.clemente

© riproduzione riservata