Mercoledì 27 Aprile 2011

C. Imagna, 40 posti all'ostello
Porterà turismo e lavoro

Per ora parte il Comune, poi dovranno proseguire i giovani. Perché l'intento dichiarato degli amministratori è rendere protagoniste le nuove generazioni e offrire loro opportunità di lavoro. A questo mira l'ostello della gioventù pronto ad aprire in via dei Castagni a Corna Imagna. È stato ricavato nella vecchia sede della scuola elementare del paese, struttura che, chiusa nel 1990, ha ospitato per anni il centro di aggregazione giovanile (Cag) «Il sentiero».

E anche recentemente, quando il Cag ha cessato l'attività, i locali dell'ex elementare sono sempre rimasti punto di riferimento per incontri e attività giovanili. «L'ostello della gioventù, quindi – dice il sindaco Antonio Carminati – manterrà lo stesso nome, "Il sentiero", a indicare la continuità con il passato e una nuova via da seguire. Inizialmente sarà il Comune a gestirlo, poi verrà affidato in comodato d'uso gratuito al gruppo di giovani che si costituirà in cooperativa. Vogliamo che siano i giovani i protagonisti di questa operazione». L'ostello insomma dovrà portare turismo e lavoro.

Da circa tre mesi la vecchia scuola di Corna Imagna è diventata un cantiere. Ma siamo ormai alle fasi finali. «Nell'arco di una quindicina di giorni arriveranno gli arredi – continua il sindaco – e l'auspicio è di poter aprire l'ostello a giugno o luglio». Ostello che, disposto su tre piani, disporrà di 40 posti letto in sei camere, cucina, servizi, sala pranzo, reception e piccola area verde esterna.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 27 aprile

e.roncalli

© riproduzione riservata