Mercoledì 27 Aprile 2011

Pd: «Il presidente Pirovano persevera
Lancia progetti che poi non realizza»

«Il presidente Pirovano persevera con la cattiva abitudine di lanciare progetti e proposte che poi dimentica sulla carta. Sarebbe meglio prima predisporre i servizi per la cittadinanza e solo dopo - se attivi ed efficaci - presentarli alla stampa».

In Provincia si fa esattamente il contrario: l'idea di smantellare gli spazi all'Urp (Ufficio relazioni con il pubblico) per lasciar posto all'ufficio Stampa del presidente è perfettamente in linea con questo discutibile modo di procedere».

«Per fare un esempio tra dichiarazioni e fatti: dove è finita l'estensione degli orari degli uffici provinciali promessa un anno e mezzo fa dal presidente? In data 29 dicembre 2009 Pirovano aveva proclamato ai giornali "Basta fughe dagli uffici provinciali il venerdì pomeriggio e il sabato mattina", annunciando l'intenzione, col nuovo anno (il 2010!), di allungare l'orario di apertura di alcuni uffici provinciali nel fine settimana».

«Ad oggi non ci sono stati cambiamenti di sorta. Presenteremo una interrogazione per avere lumi in proposito. Ora Pirovano lancia alla stampa il nuovo progetto "regala gli uscieri della Provincia al Tribunale". Esprimendo la nostra solidarietà ai lavoratori, tanto bistrattati da venir considerati alla stregua di pacchi da spostare, aspettiamo con un certo scetticismo la relativa convezione con il Tribunale».

«Ricordiamo, ma a solo titolo di cronaca, che già l'anno scorso in questo periodo (evidentemente in primavera dalle parti di via Tasso fioriscono le idee), Pirovano presentò in pompa magna il progetto di collocare cassintegrati al Tribunale di Bergamo per rimpolpare gli organici degli uffici giudiziari; un proposito malauguratamente dimostratosi velleitario e poco utile (parlano i numeri dei cassintegrati realmente coinvolti: solo 8 e per pochi mesi)».

«Rileviamo inoltre una predilezione particolare da parte del nostro presidente per le riunioni all'aria aperta sul Sentierone: prospettata in modo provocatorio un anno e mezzo fa (si dichiarò infatti disponibile ad un'assemblea all'aperto, magari davanti al Balzer, con la Rsu interna) ribadisce oggi ai giornali la medesima battuta».

«Evidentemente, nonostante gli oltre 30 mila euro spesi per rifare gli arredi del suo nuovo ufficio (mega-televisore nuovo escluso) e per predisporre la sala riunioni in via Sora, l'attuale presidenza ritiene gli spazi in provincia poco consoni ad una riunione collegiale. Ecco finalmente spiegata la finalità ultima del nuovo Padiglione interno al Palazzo, tanto agognato dall'assessore Lanzani».

Alberto Vergalli, consigliere provinciale Pd
Matteo Rossi, consigliere provinciale Pd

m.sanfilippo

© riproduzione riservata