Martedì 10 Maggio 2011

Violenza sessuale di gruppo e sequestro
Una 37enne accusa, la polizia indaga

Violenza sessuale di gruppo e sequestro di persona: dopo la denuncia di una 37enne bergamasca, vanno avanti su questi due fronti le indagini degli agenti della Polizia intercomunale dei Colli. La donna, S. S., tossicodipendente e in cura in una comunità milanese, ha raccontato alle forze dell'ordine di «esser stata stuprata da un gruppetto di 3-4 giovani indiani».

Dalla versione rilasciata agli inquirenti la violenza sessuale risalirebbe alla serata di domenica. S. S. è stata trasportata agli ospedali Riuniti di Bergamo, dove è stata sottoposta a tutti gli accertamenti del caso. Sul corpo della 37enne il personale medico non ha trovato ferite ed ematomi. A dare l'allarme verso le 22 di domenica sera è stato un automobilista che aveva dato un passaggio in macchina alla 37enne.

La Polizia dei Colli ha accompagnato S. S. al comando e l'ha sottoposta ad accertamenti. In un primo momento la 37enne ha raccontato che lo stupro si sarebbe verificato vicino alla stazione ferroviaria di un paese della provincia. Poi ha cambiato versione, dicendo che il sequestro sarebbe accaduto in città: il gruppo di indiani l'avrebbe portata contro la sua volontà in una casa del centro cittadino. E proprio lì si sarebbe consumata la violenza sessuale.

In attesa dell'esito degli accertamenti sanitari effettuati agli ospedali Riuniti di Bergamo, gli inquirenti proseguono con le indagini visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza.

Leggi di più su L'Eco di martedì 10 maggio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata