Martedì 10 Maggio 2011

Bene i laureati bergamaschi
Otto su dieci trovano lavoro

L'Università degli studi di Bergamo ha anticipato i dati del Rapporto Stella 2011. Solo un piccolo assaggio dei risultati della ricerca su «Laureati e lavoro» da cui emerge che, se la media dei laureati nel settore pubblico può contare, a un anno dal conseguimento del titolo di studio, uno stipendio tra i 750 e i mille euro al mese, quelli nel privato se la cavano meglio con una mensilità tra i mille e i 1.250 euro.

Una buona notizia per i laureati bergamaschi però c'è: a 12 mesi dalla laurea, nella nostra provincia, hanno un impiego 84,3 laureati su 100 in possesso di un diploma di laurea triennale e 84,6 laureati su 100 con laurea specialistica. Un numero consistente soprattutto se si conta che la media lombarda è intorno rispettivamente a 83,4 e 83,6 – quindi leggermente inferiore – e addirittura la situazione italiana è intorno al 75,1 e 78 su 100 per triennalisti e specialisti.

La maggior parte dei laureati bergamaschi sono impegnati nel settore privato, soprattutto quelli che hanno seguito un percorso in ingegneria mentre il pubblico resta un ottimo canale di ingresso per insegnanti e percorsi giuridici. La ricerca ha rilevato l'inserimento lavorativo nel 2009 di circa il 50% dei laureati nel 2008.

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 10 maggio

a.ceresoli

© riproduzione riservata