Mercoledì 11 Maggio 2011

A Dublino 5 studenti del Natta:
visita al Crann del Trinity College

Si sono guadagnati due giorni al Crann di Dublino, il Centro per le nanotecnologie del Trinity College, cinque studenti dell'Istituto chimici Natta: Charlotte Borra, Andrea Imberti, Paolo Romanò, Elio Morotti e Marvin Oldrati.

Il viaggio di studio, il 24 maggio, è sponsorizzato dalla fondazione Zaninoni (non nuova a queste iniziative, l'anno scorso aveva promosso una missione al Parlamento europeo a Bruxelles) e dal gruppo Chimica di Confindustria Bergamo.

Tutto nasce da un progetto della scienziata bergamasca Silvia Giordani, capoprogetto al Trinity ed ex allieva del Natta, per insegnare ai ragazzi a fare i primi passi nel mondo della ricerca. L'idea, accolta dalla scuola e realizzata grazie ai docenti Tiziano Pedruzzi, Ilaria Iseni, Antonella Bellini, Fabrizio Fossa, Luciano Malaguti, Chiara Villani ha comportato la formazione di un gruppo di studenti che hanno partecipato a lezioni in inglese con Silvia Giordani e realizzato lavori sotto la guida dei tutor Nicola Pesenti, Daniele Previtali e Angelo Signorelli, studenti universitari ex allievi del Natta.

A Dublino visiteranno i laboratori di nanotecnologie, di chimica, di microscopia atomica accompagnati dai responsabili del Trinity, concludendo il tour con la visita del museo interattivo del Crann, Science Gallery. Il materiale raccolto servirà a praparare tesine personali e a importare al Natta quanto possibile delle metodologie utilizzate nei laboratori d'avanguardia del Trinity.

m.marzulli

© riproduzione riservata