Giovedì 19 Maggio 2011

E sabato sera a Bergamo
negozi aperti fino alle 24

I negozi e tutte le attività commerciali e artigianali di Bergamo potranno tenere aperto sabato sera, 21 maggio, fino alle 24. Lo ha deciso l'amministrazione comunale per offrire una occasione in più a chi parteciperà a «La notte NeroAzzurra», organizzata per festeggiare la promozione della squadra in serie A.

La decisione, si legge nell'ordinanza, è stata presa perché è stato «ritenuto di dover offrire, in concomitanza allo svolgimento di tale manifestazione, la possibilità di trattenersi presso i pubblici esercizi cittadini e di effettuare acquisti anche oltre gli orari ordinari di chiusura al pubblico delle attività commerciali, autorizzando i gestori di bar e ristoranti, i negozi, gli esercizi artigianali alimentari ad effettuare orari di apertura più ampi di quelli ordinariamente esercitati».

«Vista la legge n. 6/2010 (Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere), visto il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del presente provvedimento espresso dal dirigente competente, ai sensi dell'articolo 22 del vigente statuto comunale - si legge nel testo - , autorizza per il giorno 21 maggio 2011 la chiusura posticipata alle ore 24.00 per tutti gli esercizi commerciali e artigianali nonché per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che osservino ordinariamente un orario di chiusura più ridotto. Il presente provvedimento è pubblicato sul sito internet del Comune e trasmesso al Corpo di Polizia Locale».

In allegato il testo dell'ordinanza

Anche il commercio, con le associazioni rappresentanti di categoria, festeggia il ritorno dell'Atalanta in serie A. Le associazioni hanno distribuito a negozi e pubblici esercizi più di mille bandiere, che in pochi giorni sono andate letteralmente a ruba. Il clima di festa si respira già in centro, dove fervono gli ultimi preparativi per la “Notte NeroAzzurra”, l'evento organizzato dal club bergamasco, pronto a garantire divertimento, coreografie spettacolari e animazione a partire dal triplice fischio in campo per l'ultima partita casalinga del campionato fino a mezzanotte.

Il serpentone nerazzurro si snoda tra Piazza Matteotti, Piazza Vittorio Veneto e Viale Papa Giovanni fino alla stazione ferroviaria: le vetrine con i colori della squadra e gli allestimenti dei pubblici esercizi sono pronti a riscaldare ulteriormente il clima di festa, contribuendo agli addobbi scenografici e alle coreografie dislocate in ogni angolo della città. Sarà possibile fare shopping fino a mezzanotte al chiaro di luna e sotto un cielo stellato in nerazzurro: il Comune ha dato infatti il via libera all'apertura fino alle 24 in virtù dell'eccezionalità dell'evento. I pubblici esercizi potenzieranno ulteriormente il servizio.

L'Ascom sottolinea l'importante sinergia tra sport e commercio che rafforza l'appartenenza al territorio: “ Abbiamo partecipato con entusiasmo alla manifestazione –sottolinea il vicedirettore dell'Ascom Oscar Fusini -. L'obiettivo non è solo di festeggiare la promozione dell'Atalanta ma anche di gettare le basi per proporre anche nei prossimi anni un evento che leghi il commercio e lo sport come avviene in altre città, in modo da rafforzare l'identità e l'appartenenza dei bergamaschi alla propria squadra”.

“La promozione in serie A accende le luci nei negozi del centro- dichiara Cesare Rossi, funzionario Confesercenti-. La Notte NeroAzzurra rappresenta un'occasione da non perdere per vivere una serata di shopping e animazione. Ci aspettiamo una risposta forte da tutta la città, dai pubblici esercizi ai negozi per festeggiare in concerto il ritorno dell'Atalanta in serie A”. L'entusiasmo ha contagiato tutta la città, che si prepara a sfidarsi a colpi di creatività, accogliendo al meglio la squadra e i tifosi. L'Atalanta ha infatti indetto un concorso per premiare la vetrina più bella e la facciata meglio addobbata con due abbonamenti alla prossima stagione di serie A: per partecipare al concorso è necessario inviare una foto via mail (marketing@atalanta.it) corredata dai propri dati (nome, cognome, residenza, numero di telefono cellulare).

r.clemente

© riproduzione riservata