Mercoledì 25 Maggio 2011

Castro piange il suo don Vico
Venerdì il vescovo ai funerali

È un paese triste, Castro, senza il suo don Vico. Lui, che aveva sempre il sorriso pronto per stemperare ogni tensione e ogni tristezza. Lui, che aveva sempre una parola per risollevarti un po', da lunedì non c'è più. Don Lodovico Sizana è andato in cielo, ad appena cinquant'anni, per raggiungere quel Padre che lo aveva chiamato 26 anni fa a diventare suo sacerdote e che quasi 17 anni fa lo aveva mandato a guidare la parrocchia dell'Alto Sebino.

La sua opera si è interrotta bruscamente lunedì all'ospedale «Bolognini» di Seriate, dov'era ricoverato per un intervento al cuore, ma quel cammino di fede continua: lunedì sera, appena a Castro si è saputo di quel che era successo, la chiesa parrocchiale si è riempita di persone che piangevano e che volevano pregare, perché don Vico ha insegnato così.

Originario di Osio Sotto, prima di arrivare a Castro nel 1994 don Sizana era stato vicario parrocchiale ad Albano Sant'Alessandro e a Sarnico. Nell'Alto Sebino aveva guidato il vicariato «Solto Sovere» dal 1995 al 2005 e in quegli anni aveva attivato a Endine un centro famiglia, ora spostato a Trescore all'interno di Casa Zelinda.

Mercoledì verrà eseguita l'autopsia, poi la salma verrà portata nella chiesa parrocchiale di Castro, dove mercoledì sera si terrà una veglia funebre, mentre i funerali, salvo cambiamenti improvvisi, saranno celebrati venerdì alle 15 dal vescovo Francesco Beschi. Poi la salma di don Vico dovrebbe essere tumulata nel cimitero di Osio Sotto.

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 25 maggio

a.ceresoli

© riproduzione riservata