Mercoledì 25 Maggio 2011

Acque superficiali e sotterranee
78 mila euro per la tutela a Bergamo

Le province lombarde avranno a disposizione 600.000 euro per realizzare interventi di tutela e risanamento delle acque superficiali e sotterranee e per la riqualificazione delle aree connesse. È quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi.

Gli interventi hanno l'obiettivo di migliorare le condizioni degli ambienti lacustri e fluviali compromessi dall'attività dell'uomo o da eventi naturali. «Con questi fondi - ha spiegato Raimondi - le Province potranno avviare interventi importanti per i nostri laghi e i fiumi, come ad esempio l'eliminazione dei rifiuti e dei detriti presenti in alcuni bacini, la pulizia delle coste, il controllo e la tutela della fauna ittica e così via».

«Abbiamo fatto uno sforzo per recuperare i fondi nel bilancio regionale - ha aggiunto Raimondi - ma alla fine siamo riusciti a trovare le risorse necessarie a garantire un livello di qualità delle acque lombarde sempre più alto».

«Il patrimonio di bellezza e di ricchezza costituito dai nostri laghi e fiumi - ha concluso Raimondi - merita la massima priorità nelle azioni di tutti gli attori istituzionali. Regione Lombardia, come confermato anche da questa delibera, non si tira indietro».

I finanziamenti potranno coprire i costi per l'asportazione e il trasporto presso le discariche dei rifiuti e dei detriti accumulati sulle rive o degli idrocarburi eventualmente smaltiti in acqua, per limitare l'eccessivo sviluppo della vegetazione o delle alghe e rimuovere materiali sommersi che possano arrecare danno alla navigazione. Potranno anche favorire programmi organici di riqualificazione o per l'incremento delle biodiversità.

Di seguito i contributi per ciascuna provincia.
Bergamo: 78.294 euro.
Brescia: 116.782,8 euro.
Como: 51.432 euro.
Cremona: 51.000 euro.
Lecco: 28.077,6 euro.
Lodi: 34.137,6 euro.
Mantova: 45.397 euro.
Milano: 48.422,4 euro.
Monza e Brianza: 12.446,4 euro.
Pavia: 36.604,8 euro.
Sondrio: 23.948,4 euro.
Varese: 73.456,8 euro.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata