Sabato 04 Giugno 2011

Torre Boldone, folla commossa
ai funerali di Fortunato Nello

Centinaia di persone hanno riempito venerdì la chiesa di Torre Boldone per portare l'ultimo saluto a Fortunato Nello, il pensionato di 69 anni morto lunedì mattina dopo essere stato investito da un furgone davanti alle scuole elementari del paese.

L'incidente è avvenuto in via Borghetto, poco distante dall'abitazione dell'uomo, in via Donizetti. Il pensionato era a passeggio con il suo barboncino quando l'automezzo, in retromarcia, lo ha travolto. I soccorritori del 118 hanno tentato a lungo di rianimarlo, ma senza successo: è morto un'ora dopo il tragico impatto.

La scomparsa di Fortunato Nello ha lasciato un vuoto incolmabile nella moglie e nella figlia Federica (tra l'altro consigliere di maggioranza in Comune), ma ha colpito tutto il paese. Nello era stato infatti un meccanico di grande talento e il suo nome è rimasto legato alle imprese che hanno fatto la storia della Parigi-Dakar. In molti lo ricordano ancora oggi perché importava dall'Olanda il marchio Rond Sachs, alla cui evoluzione tecnologica contribuì in prima persona.

La funzione funebre è stata celebrata dal parroco, don Leone Lussana, che ha letto un brano tratto dalla seconda lettera di San Paolo apostolo ai Corinzi. «Fratelli – ha detto – siamo convinti che colui che ha resuscitato il Signore Gesù resusciterà anche noi con Gesù e ci porrà accanto a Lui». Numerose anche le persone presenti sul sagrato. Alcune di loro hanno voluto rivolgere un pensiero allo scomparso. «L'ho frequentato spesso nella sua officina di moto – ha detto Emilio Capelli – e con il tempo siamo diventati amici. Pur essendo di Ranica ci vedevamo spesso in quanto legati dalla stessa passione».

«Ho corso con le sue moto a metà degli anni Settanta – ha ricordato Claudio Olivoni – e lo ricordo come una persona con tanta voglia di fare e di lavorare». «Si è tanto impegnato – ha aggiunto Lino Cornago – e considerato il talento che aveva, avrebbe meritato maggiore fortuna». «Per alcuni anni – ha detto infine Edoardo Dossena – l'ho avuto come meccanico nella mia concessionaria Bmw e Kawasaki a Bergamo. Era bravissimo». Il corpo di Fortunato Nello è stato portato al Monumentale di Bergamo per la cremazione e nei prossimi giorni l'urna sarà deposta nella tomba di famiglia al cimitero di Zanica.

Francesco Lamberini

a.ceresoli

© riproduzione riservata