Mercoledì 08 Giugno 2011

Condannato a 5 anni per 8 colpi:
era il «terrore» degli automobilisti

Fiat Punto, Opel Astra e Meriva, Alfa 147, Volkswagen Polo. L'apice del glamour l'aveva raggiunto rapinando una Mini Cooper. Perché il marocchino di 20 anni di solito si accontentava di utilitarie o auto di fascia medio-bassa.

Nel dicembre scorso era diventato il terrore degli automobilisti della Bassa: gli inquirenti lo accusano infatti di aver messo a segno 8 colpi in 25 giorni. Martedì il giovane nordafricano che vive a Zingonia, è stato condannato in abbreviato a 5 anni e 4 mesi dal gup Patrizia Ingrascì.

Per sette degli otto colpi (uno è un furto) contestatigli nel capo d'imputazione, è stato riconosciuto colpevole. Lui aveva ammesso la responsabilità in relazione soltanto a tre colpi ed è per questo che il suo difensore, l'avvocato Maria Grazia Capitanio, aveva chiesto l'assoluzione per gli altri cinque. La condanna, però, è stata severa, più pesante persino delle richieste del pm che aveva invocato 4 anni.

Il ventenne chiedeva passaggi o aggrediva automobilisti che si fermavano. Di solito le auto venivano abbandonate dopo poche ore, spesso a poca distanza dal luogo della rapina. Alcune delle vittime sono acquirenti che s'avventuravano a Zingonia in cerca di droga.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo dell'8 giugno

r.clemente

© riproduzione riservata