Mercoledì 15 Giugno 2011

Ogni anno 3 mila ragazzi nei Cre
Finanziamento da Palafrizzoni

È tutto pronto per i Cre estivi, soldi compresi. Dopo il via libera dell'assessorato ai Servizi sociali sui centri ricreativi delle parrocchie, Palafrizzoni ha sbloccato anche i fondi destinati alle associazioni laiche: 90mila euro per il triennio 2011-2013, da prendere dai fondi dell'assessorato all'Istruzione.

Il provvedimento porta la firma dell'assessore Danilo Minuti che lo ha presentato martedì 14 in giunta: «I contributi andranno a coprire le spese per i pasti dei ragazzi fino a un massimo di 30 mila euro all'anno, in più l'amministrazione metterà a disposizione gratuitamente una quarantina di scuole come sede per i Cre».

Saranno coinvolte sei associazioni: oltre ad Ananda, Arci-Uisp, Giochincorso e Uisp Bergamo, quest'anno partecipano anche Airone e la cooperativa sociale Il cerchio di Gesso.

Ogni estate ai Cre partecipano circa tremila ragazzi. «Un'attività importante che sosteniamo così come abbiamo sempre fatto. - spiega Minuti - Manca solo un ultimo tassello: l'accordo tra il Comune e l'associazione Giochincorso per l'attività di inserimento dei disabili. L'obiettivo è quello di contenere i costi per le famiglie, garantendo al tempo stesso una partecipazione ampia e ben organizzata a tutti i ragazzi». Il costo per la partecipazione ai Cre si aggira attorno ai 230 euro per bambino.

m.marzulli

© riproduzione riservata