Venerdì 01 Luglio 2011

Più di cinquanta furti nelle chiese
Coppia presa grazie alle immagini

Dal 1993 ha messo a segno più di 50 furti nelle chiese di tutto il nord Italia, la coppia che è stata bloccata giovedì 30 giugno, a Ballabio (Lecco), dalla Polizia intercomunale dei Colli di Albano Sant'Alessandro. Secondo gli agenti è la coppia ritenuta responsabile della razzia di elemosine, il 17 giugno, nella parrocchiale di Brusaporto.

I due stakanovisti del furto su cui proseguono le indagini degli inquirenti, con l'accusa di furto aggravato dal sacrilegio, sono entrambi residenti a Ballabio: M. G., 63enne bresciano, e la sua compagna A. A., romena 48enne. I due complici sono stati ripresi dalla videosorveglianza interna alla parrocchiale di Brusaporto mentre, intorno alle 14,30 di venerdì 17 giugno, stavano svuotando le cassette delle elemosine collocate all'altezza dell'altare della Madonna e dell'altare del Crocifisso.

Dopo la pubblicazione delle fotografie che li ha immortalati in azione, sull'edizione di mercoledì de L'Eco, sono arrivate numerose segnalazioni al comando della Polizia dei Colli. Tra queste è risultata preziosa alle indagini quella di un 55enne di Ballabio che aveva notato on line la notizia e le fotografie dei due ladri.

Per evitare di essere riconosciuti i due complici modificavano frequentemente la loro capigliatura. Ad esempio, in occasione del furto nella parrocchiale di Brusaporto, si erano decolorati entrambi i capelli.

Leggi di più su l'Eco di venerdì 1° luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata