Mercoledì 06 Luglio 2011

Bergamo, come si sceglie casa?
«Contano posizione e tipologia»

A Bergamo la posizione e la tipologia dell'immobile sono le variabili che più influenzano la scelta della casa. Secondo uno studio condotto dall'agenzia immobiliare Rizzetti, prima ancora del prezzo è il contesto in cui una casa è inserita, i collegamenti di cui può disporre, le dimensioni e la distribuzione degli spazi ciò che guida l'acquisto di un immobile e le caratteristiche che fanno davvero la differenza quando arriva il momento di prendere una decisione.

«Abbiamo analizzato le compravendite degli ultimi 5 anni, mettendo a fuoco le caratteristiche degli immobili venduti e il risultato è chiaro. I clienti scelgono una fascia di prezzo, all'interno della quale poi devono fare i conti con un'offerta ampia e variegate di immobili – spiega Enrico Rizzetti -. La scelta è determinata in prima istanza dalla posizione e poi dalle caratteristiche della struttura ed entrambi devono essere congeniali alle proprie necessità e desideri. La casa non deve essere solo bella, ma funzionale al proprio stile di vita, altrimenti qualunque volume di investimento non sarà sufficiente a soddisfare il cliente, che presto si troverà a dover affrontare altre spese per colmare le mancanze o peggio dovrà cambiare le proprie abitudini per assecondare le caratteristiche di una casa, magari molto bella ma assolutamente poco funzionale».

In questi anni l'agenzia, attiva nel mercato degli immobili di prestigio, ha assistito ad una costante richiesta di abitazioni nel centro cittadino, ma anche di immobili nelle zone collinari, appena fuori il capoluogo orobico. Date le dimensioni medio piccole di Bergamo, non è possibile parlare di una vera e propria fuga dalla città, ma di una tendenza a vivere in contesti dove il cemento lascia spazia al verde e il traffico alla tranquillità, senza rinunciare alle comodità.

«Il nostro centro città è molto bello e a misura d'uomo e molti scelgono questa zona perché la comodità di avere tutto quello che serve a portata di mano e di poter lasciare l'auto in garage per i piccoli spostamenti è la componente essenziale che guida la scelta – prosegue Rizzetti -. Altri e sempre di più preferiscono posizione più decentrate e immerse nella natura perché prediligono la tranquillità alla comodità, che comunque non viene azzerata perché abbiamo la fortuna di avere ampie zone verdi a pochi passi dal centro».

r.clemente

© riproduzione riservata