Giovedì 07 Luglio 2011

Temporale: danni e allagamenti
in Valle Seriana e Alto Sebino

L'acquazzone che si è scatenato sulla Valle Seriana e nell'Alto Sebino fra le 6 e le 8,30 giovedì mattina ha provocato problemi in particolare in Valgandino e nella zona di Costa Volpino, Castro e Endine. Superlavoro i vigili del fuoco.

I volontari di Gazzaniga sono dovuti intervenire a più riprese. Alle 6.30 sono stati chiamati a Gandino, in via Campone dove l'acqua fuoriuscita da un tombino saltato minacciava di allagare una pasticceria che si affaccia sulla strada. Il tombino in ferro, del diametro di 80 cm, è stato scaraventato ad un centinaio di metri.

Mezz'ora dopo la richiesta di intervento è venuta dagli abitanti di un condominio di via Viani, di fronte al parco pubblico, dove un pino di grosse dimensioni si era abbattuto sulla via ostruendo metà della carreggiata.

Verso le 11,30 il terzo intervento, in via Briolini, a Gazzaniga: il vento aveva strappato la cerniera di una persiana che è rimasta appesa ma pericolante.

I pompieri volontari dell'Alto Sebino sono dovuti intervenire a Costa Volpino, località Pizzo, dove si è tranciato un cavo dell'Enel che ha anche causato un corto circuito che ha bruciato il quadro elettrico di un'azienda.

Poi ancora a Costa Volpino e Castro per due garage allagati e, infine, a Endine, dove s'erano allagati mille metri quadrati di un'attività produttiva. Segnalati anche altri danni minori.

r.clemente

© riproduzione riservata