Giovedì 07 Luglio 2011

Formigoni alla Cisl: «Siamo
la Regione che costa meno»

«La Lombardia è la Regione italiana che in assoluto costa meno ai cittadini. Il costo di funzionamento, compreso il personale, è inferiore a 29 euro all'anno pro-capite, mentre le altre Regioni costano in media 56 euro pro-capite». Così il presidente Roberto Formigoni replica a distanza al segretario generale di Cisl Lombardia, il bergamasco Gigi Petteni, che aveva accusato i consiglieri regionali di «guadagnare il 180% in più di un lavoratore e lavorare il 90% in meno».

Formigoni ha anche detto che «qualcuno, dalle colonne di giornale, spara, a volte senza sapere neanche il perché ... di gettoni d'oro e stipendi d'oro».

«La Lombardia - secondo Formigoni - raggiunge questo risultato grazie anche all'ottimo lavoro, in alcuni casi fino all'abnegazione, di dirigenti regionali che spesso il privato ci invidia e ci contende - talvolta riuscendoci - offrendo stipendi decisamente più alti».

«D'altra parte - commenta ancora Formigoni - le retribuzioni del personale, a partire dai dirigenti, sono fissate dalla contrattazione nazionale, alla quale fanno riferimento tutte le Regioni. Oltretutto, da quest'anno in Regione Lombardia sono state puntualmente applicate le decurtazioni del 5 per cento e del 10 per cento, per contribuire alla riduzione della spesa pubblica».

«Rinnovo - conclude il presidente - il mio profondo ringraziamento al personale e ai dirigenti che in questi anni hanno consentito a Regione Lombardia traguardi impensabili e riconosciuti da tutti, primi i cittadini lombardi».

r.clemente

© riproduzione riservata