Venerdì 08 Luglio 2011

Bollette del gas più salate?
Colpa dell'inverno più rigido

Nuova botta per le tasche delle famiglie con l'entrata in vigore delle nuove tariffe decise dall'Autorità per l'energia. A partire dal primo di luglio, infatti, l'Autorità in questione ha dato l'ok per un rialzo dell'1,9% dei costi per l'elettricità, e del 4,2% per quelli del gas.

Pur se ovviamente non ancora presenti nelle fatture recapitate a casa nei giorni scorsi dalle varie società energetiche, la notizia degli aumenti ha fatto salire la pressione di molte famiglie, già alle prese con una serie che pare non finire mai di incrementi che rendono la crisi ancora più nera.

Molte le persone che, aprendo la fattura targata Bas Omniservizi arrivata in questi giorni, hanno notato un aumento deciso degli importi, con incrementi percentualmente anche molto elevati.

«L'importo maggiore riportato nelle nostre fatture – spiega Bas Omniservizi, marchio commerciale di A2a Energia, gruppo A2a – è il risultato in realtà del maggiore consumo effettivo di gas dovuto all'inverno più rigido: quindi non riguarda nessuna nuova normativa o l'aumento deciso recentemente dall'Autorità per l'energia. L'inverno più freddo ha fatto sì che i conguagli previsti nelle fatture consegnate da maggio in avanti, dopo acconti su stime inferiori, siano stati di importi più elevati».

Leggi di più su L'Eco di Bergamo  dell'8 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata