Venerdì 08 Luglio 2011

La «quiete» dopo la tempesta:
alla movida i saldi fanno il pieno

Il nubifragio che ha fatto danni in mezza provincia e ha mandato in tilt il traffico serale non è riuscito a convincere a stare a casa la gente che giovedì sera ha affollato il centro. È stata un successo la seconda edizione di «Vivi Bergamo il giovedì», iniziativa promossa dal Comune e dai commercianti con l'obiettivo di rivitalizzare la città.

Nonostante alcune iniziative siano saltate a causa del forte acquazzone, la gente non ha esitato ad uscire di casa armata di ombrello e giacche anti-vento. Vuoi la corsa ai saldi by night, vuoi la voglia di uscire di casa per fare due passi, appena fulmini e saette si sono allontanate, le vie del centro si sono popolate.

«Siamo usciti per andare a cena – raccontano Marta Mannino e Diego Poloni di Bergamo –. Una volta usciti dal ristorante abbiamo visto con sorpresa che il tempo era migliorato e abbiamo subito approfittato per fare un giro e fare un po' di shopping. È una bella iniziativa, peccato che non tutti i negozi siano aperti». E c'è anche chi ne ha approfittato per portare in giro il proprio animale «domestico», come Alessandra Alicata di Stezzano, con il suo barbagianni «Bones» appollaiato sul braccio. Sono state soprattutto le  donne a sfidare il meteo ballerino, pur di non perdersi una serata a far compere: «Siamo partite sotto l'acquazzone – raccontano Isabella Ravasio e Michela Mazzoleni di Albino –. I negozi aperti la sera sono una bella occasione per chi lavora».


Le iniziative a corollario sono comunque state svolte, nel limite concesso dal maltempo: «flash mob», improvvisazioni di danza a sorpresa per le vie, lezioni di trucco in vetrina in via Sant'Orsola, dove anche le spose hanno approfittato per una «prova trucco», musica live in via Broseta, viale Papa Giovanni, via Sant'Alessandro e uno spettacolo di danza in piazza Matteotti.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo in edicola venerdì 6 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata