Domenica 10 Luglio 2011

Manovra, a rischio la Brebemi
In bilico i conti di Pedemontana

Fabrizio Palenzona, presidente di Aiscat, l'associazione che raggruppa le concessionarie autostradali, non ha usato giri di parole: «È una c...». Parole forti per una manovra che «crea un danno grave ai risparmiatori oltre che al Paese, distruggendone lo sviluppo». E mettendo a serio rischio la realizzazione di Brebemi e Pedemontana.

Nel mirino c'è un passaggio della manovra del governo, quello che fissa all'1 per cento il tetto alla detrazione fiscale sugli ammortamenti. E nel suo intervento all'assemblea generale Aiscat, Palenzona si è rivolto direttamente al viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, che rappresentava il governo: «Cosa andrete a dire adesso agli elettori della Lombardia ai quali avete detto che farete la Pedemontana e la Brebemi? Con quali soldi, quale banca vi finanzierà? Dove prenderanno i soldi tutti quelli che fanno project financing?».

Rilievi pesanti, che non devono aver colto di sorpresa il viceministro leghista: pare che tra i primi a far notare l'assurdità della norma ci sia stato il Pirellone, che ha avviato da subito contatti con i parlamentari lombardi del centrodestra. Castelli stesso ha comunque ammesso che, effettivamente, così com'è, la norma è pericolosa: «È di tutta evidenza che nel medio e breve periodo non funziona». Ergo, si cercherà di rimediare in sede di discussione parlamentare: «Ho fiducia che in Parlamento, in tutta serenità, valutando pro e contro, questo comma (il 10 dell'articolo 23 - ndr) si possa correggere, come già accaduto per molte norme».

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 10 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata