Lunedì 22 Agosto 2011

Da Malles fino a Bergamo
Settembre di festa per gli alpini

Sarà un settembre di festeggiamenti e ricordi – in quel mix di allegria e nostalgia che sempre si combattono nei cuori delle penne nere in queste circostanze – per gli alpini bergamaschi che hanno prestato servizio nel battaglione Tirano. Nella loro agenda infatti non c'è solo la grande adunata sezionale per i novant'anni dell'Ana di Bergamo – in programma il 10 e 11 settembre in città – perché nel weekend precedente (3 e 4 settembre) Malles e Glorenza in Val Venosta (Alto Adige) ospiteranno la terza edizione del raduno dello storico battaglione, nato nel 1886 ed eroico protagonista per oltre mezzo secolo di tutte le vicende belliche più significative della storia d'Italia, dal caldo africano di Adua al gelo russo di Nikolajewka, passando per l'Ortigara.

Ricostituito nel 1953, il Tirano dopo il secondo conflitto mondiale ha chiuso le sue pagine di guerra diventando scuola di vita per intere generazioni chiamate a svolgere nei suoi ranghi il servizio di leva, intervenendo tra l'altro in soccorso delle popolazioni colpite dal terremoto in Irpinia (1980), dal crollo della diga in Val di Stava (1985) e dell'alluvione in Valtellina (1987). Poi, il 27 marzo 1991, lo scioglimento che ha consegnato alla leggenda il simbolo del battaglione, la «sgrafa» dell'aquila, e il suo motto «Mai tardi!».

Per quanto riguarda la logistica, l'Associazione battaglione alpini Tirano (www.iltirano.org, mail redazione@iltirano.org) invita a consultare il sito dell'Apt di Malles (www.altavenosta-vacanze.it) e informa che per la durata del raduno sarà attivo un numero telefonico (0473.831190) in grado di fornire informazioni sulla disponibilità alberghiera nella zona.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 22 agosto

fa.tinaglia

© riproduzione riservata