Mercoledì 31 Agosto 2011

Comun Nuovo, vandali al palasport
Otto ragazzi ripresi dalle telecamere

«Il Comune deve lanciare un segnale esemplare a loro e alle loro famiglie. Se si comportano in questo modo adesso, a diciott'anni cosa faranno: butteranno all'aria il paese?». Il sindaco di Comun Nuovo, Dante Cortinovis, esprime così tutta la sua preoccupazione per i numerosi atti di vandalismo che si stanno verificando in paese.

L'ultimo, il più grave, quello ai danni del palazzetto sportivo di via Azzurri 2006: alcuni minorenni, già identificati grazie al sistema di videosorveglianza esterno che li ha ripresi, si sono introdotti nel primo piano ancora a rustico: hanno aperto gli idranti antincendio che poi hanno abbandonato sul pavimento. Da qui l'acqua è penetrata finendo per allagare il piano terra, dov'è stato pesantemente danneggiato il controsoffitto. «Dopo averli identificati abbiamo provveduto a denunciarli – afferma ancora il primo cittadino –, se però entro la fine settimana si presenteranno con i loro genitori, ritireremo la denuncia. Ovviamente poi dovranno pagare i danni al Comune».

A inquietare Cortinovis è anche il fatto che i minorenni agiscono secondo una modalità che sembrerebbe premeditata. I sette minorenni hanno agito giovedì scorso. Si sono arrampicati sulla tettoia di una porta di uscita di emergenza al piano terra. Da lì sono riusciti a introdursi nel palazzetto attraverso l'apertura di un muro al primo piano che, essendo a rustico, non è ancora stata chiusa con una finestra. Una volta dentro, i teppisti hanno aperto i due idranti, abbandonandoli poi sul pavimento.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 31 agosto

e.roncalli

© riproduzione riservata