Venerdì 30 Settembre 2011

Gomme nuove? Nuova tassa:
per ogni pneumatico 3 € più Iva

State pensando di prepararvi all'inverno dotando la vostra auto di gomme da neve? Preparatevi a mettere ulteriormente mano al portafogli, perché per ogni pneumatico dovrete sborsare una sovrattassa di 3 euro più Iva. Lo prevede il decreto legislativo 152/06.

Una norma varata «al fine di garantire il perseguimento di finalità di tutela ambientale, ottimizzando, anche tramite attività di ricerca, sviluppo e formazione il recupero dei pneumatici fuori uso e per ridurne la formazione anche attraverso la ricostruzione»

Per questo «è fatto obbligo ai produttori e importatori di pneumatici di provvedere, singolarmente o in forma associata e con periodicità almeno annuale, alla gestione di quantitativi di pneumatici fuori uso pari a quelli dai medesimi immessi sul mercato e destinati alla vendita sul territorio nazionale»

Tradotto in soldoni, chi dal 7 settembre scorso deve cambiare le gomme dell'auto, della moto o del camion, è tenuto a versare un contributo di smaltimento per ogni pneumatico acquistato (più Iva): 1,50 euro per ciclomotori e motocicli, 3 euro per autoveicoli e relativi rimorchi, per autocarri e autobus da 12,10 a 23,50 euro, per macchine agricole, operatrici e industriali si va da un minimo di 90 centesimi ad un massimo di addirittura 326 euro.

«In tutte le fasi della commercializzazione dei pneumatici - indica il decreto - è indicato in fattura il contributo a carico degli utenti finali necessario, anche in relazione alle diverse tipologie di pneumatici, per far fronte agli oneri derivanti dall'obbligo di cui al comma 1 (il recupero dei pneumatici fuori uso, ndr)».

Quello che rende più perplessi è il contributo in forma fissa: si pagano 3 euro più Iva sia per la gomma nuova di un'utilitaria che per quella di una Lamborghini. Ma lo pneumatico di una Panda costa 50 euro, quello di un suv anche 2-300 euro: nel primo caso l'aumento incide per quasi l'8%, nel secondo fra il 2 e il 3 %.

L'aumento è già in vigore non solo dai gommisti: anche nei supermercati che vendono pneumatici sono stati esposti cartelli che indicano la novità del contributo dovuto.

Commenta la notizia

r.clemente

© riproduzione riservata