Lunedì 10 Ottobre 2011

La lettera: «Ho consegnato in Comune
e mi hanno pure "rimproverata"!»

Spett.le Redazione buona sera,
oggi pomeriggio, a tarda ora, ho riconsegnato il questionario al mio Comune. La prima cosa che mi sono sentito dire "ma perche Lei non lo ha fatto tramite Internet ?". Non ho voluto rispondere il motivo. Ma è forse obbligatorio? O è perche devono renderci una ricevuta compilabile poi da qualsiasi persona in un minuto (con tutte le persone che ci sono i mobilità, si potrebbe impiegare qualcuno di questi magari già utilizzati in questo momento nello stesso Comune). "Ma era a tempo fino a fine novembre".

Ma come, ci hanno sempre tirato le orecchie per i ritardi......adesso che siamo nei tempi ! O è preferibile che tutti arrivino alla fine per poi intasare di lavoro tutti ?

La seconda cosa: "guardi che da tarda mattinata tutto è funzionante via Internet, (e se io lo avessi compilato ieri ?) alcuni nostri colleghi ed io stessa (impiegata) lo abbiamo fatto in tarda mattinata"......

Terza cosa (quella che mi rode): stiamo varando le più svariate riforme compresa quella degli statali per evitare sprechi e racimolare soldi, ma io mi chiedo quanti tra impiegati, dirigenti,o di qualsasi classe di dipendenti statali non hanno compilato o non compilereranno questo questionario durante l'orario di lavoro? Credo che almeno 15/20 minuti servano per la compilazione, proviamo a moltiplicarli per un tot. costo orario, "pagato dallo stato".

Traete Voi le conclusioni.
Grazie per l'attenzione

Angela

a.ceresoli

© riproduzione riservata