Terno, basta cementificazione
Il sindaco: recuperiamo il centro

Il Comune di Terno ha messo a punto il Pgt. «Abbiamo puntato alla salvaguardia del verde e fa attenzione anche alla riqualificazione del centro storico», dice il sindaco Corrado Centurelli: «In passato è stato costruito, anche troppo».

Terno, basta cementificazione Il sindaco: recuperiamo il centro

Il Comune di Terno ha messo a punto il Piano di governo del territorio. «Abbiamo puntato, per Terno, su uno strumento che mira alla salvaguardia del verde e fa attenzione anche alla riqualificazione del centro storico», affermano in Comune. Ricordando che «l'incremento previsto di abitanti è molto basso. In passato è stato costruito, anche troppo...». Il Pgt è stato presentato dall'amministrazione comunale durante un'assemblea pubblica in sala consiliare, presieduta dal sindaco Corrado Centurelli.

Prima di tutto, qualche numero. Nel Pgt di Terno ci sono 18.600 metri quadri di nuove aree residenziali, di cui 15.760 in via Casolini e 3.126 in via Baccanello. Per un totale di 17.000 metri cubi. Sono 376 i nuovi abitanti teorici previsti nei prossimi cinque anni (attualmente Terno conta circa 7.800 abitanti), mentre non mancano i servizi.

Citiamo solo alcuni degli elementi previsti nel Pgt, come i 18.000 metri quadri previsti per l'area verde limitrofa agli impianti sportivi e l'area feste di 3.800 metri quadrati.

«A Terno d'Isola è stato costruito troppo e noi come amministratori dobbiamo essere rigorosi e contenere l'edificabilità – ha esordito il sindaco –. Vorremmo far crescere il paese puntando sul recupero del centro storico. Tre sono gli obiettivi che ci siamo prefissati con questo Pgt: dare maggiori servizi e attrezzature alla popolazione, dare maggior sicurezza e recupare dal degrado il centro storico. La precedente amministrazione – ha aggiunto – con il Piano regolatore generale del 2004 aveva inserito ben 154.000 metri quadri, più 30.000, aggiunti successivamente, di terreno verde trasformato in edificabile. Questo Pgt prevede solo due nuove aree edificabili con consistenti vantaggi per tutta la comunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA