Mercoledì 30 Novembre 2011

Dalmine: 20 nuove telecamere
all'ingresso e all'uscita della città

Telecamere Ocr nei punti di ingresso e uscita della città: è questo il nuovo progetto di videosorveglianza che a breve partirà a Dalmine. Le nuove apparecchiature, una ventina in tutto, andranno ad affiancare le 15 telecamere già in dotazione posizionate, dal 2004, sugli incroci cittadini e nei parchi pubblici. Il costo preventivato per l'intervento si aggira intorno ai 90.000 euro.

«Si tratta di un progetto che rientra nel nostro mandato e di uno sforzo economico attuato per mantenere le promesse fatte ai cittadini - sottolinea il sindaco Claudia Terzi - Non c'è nessuna emergenza criminalità: è un provvedimento volto unicamente a incrementare la sicurezza della città e un aiuto al lavoro delle Forze dell'Ordine».

«Con questo nuovo progetto andiamo ad affiancare la vecchia organizzazione della videosorveglianza, volta a monitorare i punti nevralgici di Dalmine per dissuadere ed evitare infrazioni e atti vandalici - spiega il comandante della polizia locale Aniello Amatruda -. Il nuovo sistema prevede due telecamere per ciascun punto d'accesso alla città: in questo modo, nel caso succeda qualcosa, sarà possibile sapere chi e quando è entrato o uscito dalla città».

Le nuove telecamere sono, infatti, l'espressione più avanzata della tecnologia del settore. Si tratta di apparecchiature di tipo Ocr (Opctical character recognition): il sistema di lettura che consente di identificare le targhe dei veicoli, lo stesso usato per le zone a traffico limitato e nelle grandi città.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata