Mercoledì 28 Dicembre 2011

Vacca in fuga da Palosco a Telgate
Abbattuta dalla polizia provinciale

Intervento d'urgenza, mercoledì 28 dicembre, per il Corpo di polizia provinciale. Una pattuglia del Nucleo ittico venatorio della polizia provinciale di Bergamo ha trasmesso prontamente la segnalazione di un privato alla Sala operativa di via Tasso sulla presenza di una bovina sfuggita al controllo durante la fase di caricamento presso un'azienda agricola di Palosco.

La bovina, di circa 3 quintali e di proprietà di un allevatore locale,dopo aver saltato le traverse poste sulla rampa in fase di caricamento sul veicolo di trasporto, è fuoruscita dalla cascina. Dapprima si è diretta verso Mornico al Serio, poi verso Bolgare e Telgate, attraversando campi e strade provinciali con intenso traffico veicolare nelle prime ore della giornata.

Ai carabinieri e alla polizia di Stato, tramite le rispettive Centrali operative, sono giunte segnalazioni della presenza dell'animale, che vagava attraversando strade. Gli ultimi avvistamenti della bovina in fuga si sono verificati a Telgate. La pattuglia del Nucleo ittico venatorio della polizia provinciale, che con gli operatori al caricamento dell'animale e il proprietario dello stesso perlustrava la zona, ha poi individuato la bovina nei pressi della stazione ecologica di Telgate.

Stante l'impossibilità di intervenire in sicurezza per la cattura dell'animale e l'evidente pericolo per la circolazione stradale, gli operatori hanno deciso per il suo immediato abbattimento sul posto mediante l'impiego delle armi lunghe in dotazione agli agenti. Una volta abbattuto l'animale è stato riconsegnato alla azienda agricola proprietaria e trasferito, per disposizioni dei veterinari della sanità pubblica, in un macello a Martinengo.

«La presenza di fauna nei pressi della rete stradale può comportare pericolo per la circolazione e gli utenti - spiega l'assessore Fausto Carrara -. Il presidio del territorio da parte della polizia provinciale per prevenire anche questi rischi è un'attività costantemente perseguita dagli agenti di via Tasso. Anche in questo caso la collaborazione delle Forze dell'ordine intervenute sul territorio, nonché il costante scambio di informazioni attraverso le Centrali operative, sono stati decisivi per prevenire incidenti nella circolazione stradale».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata