Giovedì 19 Gennaio 2012

Leffe: morto in casa da giorni
Aveva 42 anni, disposta l'autopsia

È stato trovato morto in casa sua, a Leffe, davanti al televisore ancora acceso. Sarà l'autopsia, disposta dal magistrato, a chiarire le cause del decesso di Fabrizio Nigroni, 42 anni, impiegato. Stando alle prime ipotesi, la morte potrebbe essere stata causata da un improvviso malore.

Fabrizio Nigroni viveva da solo in un'abitazione di via San Michele. Era impiegato amministrativo in un'azienda, ma al momento era in mobilità. Non era sposato, non aveva figli. Negli anni scorsi aveva perso i genitori e non aveva fratelli. I parenti più stretti erano i nonni materni.

È stata proprio la nonna, non avendo più sue notizie, a preoccuparsi e dare l'allarme. È così che è stata fatta la triste scoperta, verso le 11,30 di martedì mattina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Gandino, appartenenti alla compagnia di Clusone, insieme al medico di base e al medico dell'Azienda sanitaria locale.

Fabrizio Nigroni, stando alle prime informazioni, sarebbe stato trovato sul divano, davanti al televisore ancora acceso. Il decesso è stato fatto risalire fra i due e i cinque giorni precedenti. Non essendo stato possibile stabilire con certezza assoluta la causa della morte improvvisa, il sostituto procuratore Franco Bettini ha disposto che venga effettuata l'autopsia.

Leggi di più su L'Eco di giovedì 19 gennaio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata