Martedì 31 Gennaio 2012

Yara, una raccolta di firme
per sostituire il pm Ruggeri

Una raccolta di firme tra sindaci, consiglieri provinciali di Bergamo, consiglieri della Regione Lombardia e parlamentari bergamaschi, è stata intrapresa per iniziativa di Daniele Belotti, consigliere e assessore regionale al Territorio, su richiesta di alcuni cittadini, per chiedere «la sostituzione o in alternativa l'affiancamento del pubblico ministero Letizia Ruggeri di un pm di provata esperienza e capacità», nell'ambito dell'inchiesta sull'omicidio di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra scomparsa il 26 novembre 2010 e trovata cadavere tre mesi più tardi.

Il documento sarà inviato al ministro della Giustizia Paola Severino e per conoscenza al presidente del Csm, al procuratore generale della Corte d'Appello di Brescia e al Procuratore aggiunto di Bergamo.

«Purtroppo sono stati segnalati, anche da diversi esponenti delle forze dell'ordine, troppi errori nel coordinamento di queste indagini - spiega Belotti - So che è una procedura anomala quella di interferire in casi giudiziari, ma questo è un episodio drammatico che ha toccato tutti i bergamaschi. Per più di un anno nessuno, nonostante i gravi errori, ha criticato, ma ora, di fronte a risultati inesistenti e all'ostracismo nei confronti del perito e del legale incaricati dalla famiglia Gambirasio, è opportuno che qualche rappresentante istituzionale, al di là dei colori politici, sollevi la questione».

Nel pdf allegato il testo della richiesta

a.ceresoli

© riproduzione riservata