Giovedì 09 Febbraio 2012

Aeroporto di Orio: rinnovata
la certificazione di qualità

Sacbo, la società di gestione dell'aeroporto Caravaggio di Orio al Serio, ha ottenuto il rinnovo della certificazione di qualità in conformità ai requisiti della norma Iso 9001:2008 per la progettazione ed erogazione dei servizi di assistenza a terra per gli aeromobili, i passeggeri, i bagagli e le merci; gestione delle infrastrutture e dei sistemi centralizzati relativi; gestione della biglietteria; coordinamento delle operazioni di scalo.

Il certificato è stato rilasciato da Tuv Italia, che ha espresso la massima soddisfazione nell'accertare l'allineamento degli standard offerti da Sacbo ai massimi livelli europei. In particolare è stata apprezzata l'organizzazione, che consente di garantire puntualità dei voli, con valore nell'ordine del 90 per cento, e contenere a livelli minimi le problematiche relative alla gestione dei bagagli.

Nella relazione conclusiva del percorso di ispezione e valutazione, Tuv Italia ha sottolineato i continui progressi riscontrati nel corso di un decennio di certificazione di qualità (2002-2012), sottolineando come l'organizzazione di Sacbo abbia dimostrato, anche in questa occasione, di fornire servizi con efficienza ed efficacia attraverso personale ad elevata  professionalità e competenza.

«La qualità è da sempre un segno distintivo dell'aeroporto di Bergamo Orio al Serio, che si combina tradizionalmente con i livelli di sicurezza e la comoda accessibilità, contribuendo a decretare il successo dello scalo e il crescente apprezzamento dell'utenza – afferma l'ing. Miro Radici, presidente di Sacbo –. La conferma del certificato di qualità è un prestigioso riconoscimento che non esclude ulteriori margini di miglioramento nell'erogazione dei servizi. Sono convinto che il presente e il futuro degli aeroporti dipenda massimamente dai livelli di efficienza operativa e dall'assistenza garantita sia ai passeggeri che alle compagnia aeree. La qualità richiede il concorso di tutte le figure professionali presenti nello scalo ed è motivo di soddisfazione verificare che gli organismi deputati all'accertamento dei requisiti riscontrino puntualmente questo aspetto».

r.clemente

© riproduzione riservata