Martedì 28 Febbraio 2012

Distretto del commercio Morus Alba
Scelto il logo per i cinque Comuni

E' nato il logo del distretto del commercio Morus Alba, che riunisce i comuni di Azzano San Paolo, Grassobbio, Orio al Serio, Stezzano (comune capofila) e Zanica. Un filo arancio su campo grigio unisce e identifica idealmente i cinque comuni, rappresentati da cinque cerchi di diverso diametro la cui posizione richiama la collocazione topografica.

L'idea che ha ispirato la creazione del logo ha origine nel nome stesso del distretto: Morus Alba, il Gelso bianco, che ha cominciato a popolare la pianura bergamasca già nel Cinquecento, conferendo alle campagne la fisionomia caratteristica dei poderi percorsi dagli ordinati e regolari filari di questi alberi. I gelsi sono stati parte essenziale della storia agricola e commerciale del territorio bergamasco. Nella scelta dei cinque comuni sta il desiderio di riconoscere e valorizzare le loro radici contadine e rurali.

Ideatrice del logo è Maria Rosaria Tripodi, vincitrice del concorso di idee lanciato dai cinque comuni del distretto. Il distretto Morus Alba, che raggruppa oltre 280 attività commerciali, nasce nel 2011 dalla sinergia tra pubblico e privato, con la partecipazione delle Amministrazioni comunali di Stezzano, Azzano San Paolo, Grassobbio, Orio al Serio e Zanica, delle Associazioni di categoria Ascom e Confesercenti di Bergamo, della Camera di Commercio di Bergamo e delle Associazioni dei lavoratori (CGIL, CISL e UIL).

Al distretto partecipa anche il Credito Bergamasco, una delle poche banche nella provincia che ha creduto fermamente nel progetto, tanto da diventare sponsor dell'iniziativa. I comuni sono riusciti a coinvolgere anche la grande distribuzione, che verserà un contributo per il finanziamento delle iniziative. Il progetto è ambizioso: quasi 7,5 milioni di euro in investimenti finalizzati alla valorizzazione del territorio e delle attività commerciali, tramite iniziative promo-comunicazionali e interventi sugli elementi di contesto, come pulizia, sicurezza, viabilità, arredo urbano.

I temi al centro dell'attenzione sono: la comunicazione, il marketing, la promozione, l'animazione; gli interventi strutturali di qualificazione urbana, l'accessibilità, la mobilità, la sicurezza, la gestione di servizi in comune, la sostenibilità energetica e ambientale e le iniziative finalizzate allo sviluppo e al sostegno dell'imprenditoria.

e.roncalli

© riproduzione riservata