Martedì 13 Marzo 2012

Hotel e musei senza barriere
Una mappa dei servizi per i disabili

C'è chi offre un servizio di sveglia personalizzata, chi aiuta a fare e disfare la valigia, chi prepara tavoli con contrasti di colore, chi mette a disposizione una persona per le operazioni negli spazi comuni, chi serve la colazione in camera senza nessun supplemento, chi accetta cani guida. Sono queste le offerte degli albergatori bergamaschi ai viaggiatori diversamente abili, in particolare per i non vedenti, mappate da Turismo Bergamo.

L'ente del turismo bergamasco ha presentato un progetto sperimentale che raccoglie la mappatura della ricettività alberghiera cittadina che pone una particolare attenzione ai portatori di disabilità. Oltre agli alberghi sono state analizzate le offerte dei musei cittadini e dell'aeroporto di Orio al Serio. Lo studio è promosso da Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Camera di Commercio di Bergamo, e vede la collaborazione dell'Unione Italiana Ciechi e Sacbo.

Il risultato del lavoro è stato raccolto in un CD, che contiene l'elenco dei servizi offerti dagli alberghi e dai musei che hanno partecipato alla sperimentazione e dall'aeroporto di Orio al Serio. Il CD è distribuito in allegato con The Key To Bergamo, la rivista trimestrale di Turismo Bergamo diffusa in 50 mila copie ed è scaricabile anche dal portale unico del turismo bergamasco www.turismo.bergamo.it, anche utilizzando device mobili.

Gli alberghi mappati sono tutti cittadini, eccetto uno: Cappello d'Oro Best Western (4 stelle), Dimora storica Gombit Hotel (4 stelle), Hotel Mercure Bergamo Palazzo Dolci (4 stelle), NH Bergamo (4 stelle), NH Orio al Serio (4 stelle), Hotel Petronilla (4 stelle), Berghotel (3 stelle), Hotel Città dei Mille (3 stelle), Hotel Piazza Vecchia (3 stelle), Hotel Piemontese (3 stelle), Hotel Post (2 stelle), Hotel San Giorgio (2 stelle).

I musei che hanno aderito all'iniziativa sono il Museo Archeologico, il Museo di Scienze Naturali “Enrico Caffi” e l'Orto Botanico Lorenzo Rota. Per quanto riguarda l'aeroporto, lo studio riporta tutte le attenzioni che la struttura riserva ai passeggeri a ridotta mobilità nel rispetto delle procedure previste dalle vigenti norme europee.

Al seminario sono intervenuti Silvano Ravasio, presidente di Turismo Bergamo, Enzo Galbiati, dirigente Struttura promozione e Organizzazione Turistica Regione Lombardia, Andrea Locati, capo servizio Promozione interna Camera di Commercio di Bergamo, Giovanni Battista Flaccadori, presidente Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Sezione provinciale di Bergamo, Paolo Parimbelli, coordinatore per l'Autonomia sezione Uici di Bergamo, l'architetto Nicola Eynard, Cooperativa Habili, Alessandra Pitocchi, comunications manger Turismo Bergamo; oltre hanno portato un saluto Giorgio Bonassoli, assessore al turismo della Provincia di Bergamo, Paolo Moretti, delegato al turismo del Comune di Bergamo, e Leonio Callioni, assessore alle politiche sociali del Comune di Bergamo.

Il lavoro presentato, che ha permesso di conoscere quanto le strutture cittadine stanno facendo nei confronti dei portatori di disabilità, è un punto di partenza che porterà a mappare l'intera provincia non solamente per quanto riguarda la ricettività e i musei, ma anche alcune strutture e parchi che offrono percorsi specifici per i portatori di disabilità.

e.roncalli

© riproduzione riservata