Venerdì 16 Marzo 2012

Ateneo, s'inaugura l'anno accademico
Oggi pomeriggio anche il ministro Terzi

Il ministro degli Affari esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata, sarà alle 17 all'inaugurazione dell'anno accademico 2011/2012 al Teatro Donizetti. Prevista, tra le autorità, anche la presenza del presidente della Regione Formigoni e del prefetto Camillo Andreana.

Un centinaio gli imprenditori che hanno già confermato la loro presenza, almeno 150 gli studenti, più della metà dei docenti e del personale tecnico amministrativo hanno prenotato un posto (famiglie incluse). Una ventina i rettori da tutta Italia, con la presenza del presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane, Marco Mancini. Tantissimi sindaci e le autorità locali.

Il programma della giornata prevede in apertura il saluto delle autorità con gli interventi del rappresentante degli studenti e del personale tecnico amministrativo. Seguirà la relazione del rettore, Stefano Paleari. Come ormai accade da un paio d'anni a questa parte il discorso del rettore non verterà solo su un bilancio dell'anno accademico e sulla situazione dell'università in senso stretto quanto piuttosto punterà ad aprire una riflessione e indicare alcune sfide che attendono l'università e il territorio nel prossimo futuro alla luce della situazione internazionale.

L'inaugurazione sarà intervallata da alcuni brani musicali: una riproposizione del «Gaudeamus igitur» di Franz Liszt, a cura di un docente dell'ateneo, Virgilio Bernardoni, musicologo e prorettore alla Didattica, e del giovane violinista e studente universitario Andrea Cammarota, ma anche una versione inedita e originale dell'Inno nazionale. Prevista anche una piece teatrale.

Attesa per l'intervento del ministro Terzi, ospite d'onore nella sua terra d'origine, Bergamo, che terrà una prolusione sul tema: «Usa, Unione europea e Paesi emergenti: nuovi equilibri economici». Il ministro ha confermato la sua presenza nonostante gli importanti e delicati impegni istituzionali di questi giorni. Pronto anche un libro degli eventi che verrà distribuito al personale d'ateneo e un video su Bergamo e l'università che verrà lanciato sul sito www.unibg.it.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata