Giovedì 22 Marzo 2012

Auto carica di salumi e formaggi
«Ladri buongustai» in carcere

Otto soppressate, tre tranci di speck, tre bresaole, tre tranci di coppa, 57 pezzi di formaggio parmigiano, 18 salami piacentini: non è l'elenco della merce esposta in una salumeria, ma la refurtiva trovata nell'auto di due romeni, arrestati martedì pomeriggio in autostrada.

Il fatto è successo verso le 15. Una pattuglia della polizia stradale di Seriate stava effettuando un normale servizio perlustrativo lungo la carreggiata Ovest dell'A4, quella che conduce a Milano. A un certo punto gli agenti hanno individuato una Fiat Brava sospetta e hanno deciso di fermarla, per un controllo. Alla vista della pattuglia, il conducente avrebbe cercato di cavarsela uscendo al casello di Seriate, ma lì è stato bloccato dalla polizia. Gli agenti hanno perquisito l'auto, trovando nel bagagliaio e nell'abitacolo i salumi e i formaggi, in un quantitativo tale da destare subito sospetti sulla loro provenienza. Sull'auto c'erano due romeni: M. A., 33 anni, e B. I. M., 24.

«Prosciutti e parmigiano sono per una festa di matrimonio, li abbiamo comprati all'Eurospin» avrebbero tentato di giustificarsi i due. La polizia ha chiesto loro lo scontrino fiscale, ma i due non l'avevano. Così gli agenti hanno contattato alcuni supermercati della provincia di Brescia, al confine con la Bergamasca, scoprendo che avevano subito furti di salumi e parmigiano: il Di Più e il Lidl di Gussago, e l'Eurospin di Ospitaletto. A quel punto, per i due romeni sono scattate le manette: sono stati portati in carcere, con l'accusa di ricettazione. Ora attendono in cella l'interrogatorio di convalida dell'arresto, a cui – se vorranno – potranno fornire la loro versione dei fatti. I salumi e formaggi sono stati tutti recuperati dalla polstrada di Seriate. Il valore della refurtiva è stato quantificato in circa 1.200 euro.

e.roncalli

© riproduzione riservata