Lunedì 26 Marzo 2012

Un'antenna davanti a scuola:
rabbia e polemiche a Bergamo

Rabbia e preoccupazione tra i tanti residenti che gravitano attorno alla Mazzoleni Trafilerie Bergamasche di via Ponte Pietra, zona Stadio – Conca Fiorita. Perché nei giorni scorsi, con il solito blitz, è stata installata in poche ore un'antenna di telefonia mobile di notevoli dimensioni.

«Quello che preoccupa – dicono alcuni residenti della vicina via Tremana – oltre all'aspetto visivo certamente molto impattante, è la quantità di onde elettromagnetiche del nuovo ripetitore, collocato in una zona ad alta densità abitativa e che vede tra l'altro la presenza di due scuole (le elementari Rosa e le medie Camozzi) frequentate da centinaia di bambini e ragazzi, e del pratone del Lazzaretto, anch'esso frequentato, soprattutto nella bella stagione, da migliaia di persone».

«L'antenna telefonica non è di nostra proprietà, ma della H3G (Spa con sede a Trezzano sul Naviglio, meglio conosciuta come 3 Italia ndr) – spiega un portavoce della Mazzoleni –. Noi abbiamo solo affittato il terreno, preoccupandoci che tutte le procedure previste dalle normative fossero eseguite».

Confrontandoci con i residenti, la risposta della società provoca dure reazioni. «Quanto detto dalla Mazzoleni ci lascia sbigottiti – commenta un gruppetto di genitori – perché affittare il terreno, sapendo perfettamente a chi lo si dà e che cosa farà l'affittuario in quello spazio, non significa poi potersi chiamare fuori».

Tutto su L'Eco di Bergamo del 26 marzo

r.clemente

© riproduzione riservata