Mercoledì 04 Aprile 2012

S. Pellegrino, in fumo 18 ettari
Si indaga su due piromani

Sono circa 18 gli ettari di bosco ceduo andati in fumo nell'incendio sviluppatosi tra lunedì e martedì sopra San Pellegrino, nella ripida valle del Boione e in zona Alino. Un rogo di origine dolosa sui cui colpevoli sono sulle tracce gli uomini del Corpo forestale, in collaborazione con i carabinieri di Zogno.

Nella mattina di martedì 3 aprile, infatti, sono stati ascoltati testimoni che hanno riferito particolari importanti riguardo un ragazzo e una ragazza visti scappare dal luogo del rogo con un motorino, del quale coprivano, con un piede, la targa.

Fortunatamente nella nottata una pioggerellina è scesa sulla cittadina termale e sui monti circostanti, aiutando nell'opera di spegnimento. L'incendio, favorito dal clima secco, per l'assenza di pioggia da settimane, e le forti raffiche di vento che hanno alimentato le fiamme, si era rapidamente propagato, superando un costone, arrivando a lambire la frazione Alino e scendendo sulla strada rurale che porta a Vettarola Ronco.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 4 aprile

fa.tinaglia

© riproduzione riservata