Mercoledì 04 Aprile 2012

Piloti d'Aeroclub in volo
per pattugliare il territorio

Lunedì 4 aprile, nella sede dell'Aeroclub di Bergamo "G.Taramelli", si è tenuta la presentazione e la firma del protocollo di intesa tra la Provincia e l'associazione Aero Club Bergamo per le attività di osservazione del territorio bergamasco con finalità di protezione civile. Erano presenti l'assessore alla Protezione civile Fausto Carrara e il presidente dell'associazione Aero Club Bergamo Marco Ghisalberti, nonché altre autorità.

“Ringraziamo l'associazione Aero Club Bergamo – spiega l'assessore Fausto Carrara – “che ha rinnovato la disponibilità per il supporto nelle azioni di monitoraggio del territorio bergamasco per esigenze di protezione civile, quali dissesti idrogeologici, valanghe, reticolo idrografico e viabilità stradale della Provincia, rilevazione e segnalazione di incendi boschivi, esecuzione di fotografie aeree ed eventuali esigenze connesse alle funzioni della Provincia”.

Marco Ghisalberti presidente dell'associazione Aero Club Bergamo illustra alcune delle modalità operative del protocollo per il quale “verranno utilizzati velivoli con i requisiti di sicurezza, affidabilità e manutenzione richiesti dalla normativa vigente in campo aeronautico e piloti titolari di licenza aeronautica con le abilitazioni necessarie e appositamente addestrati secondo le normative ENAC. La sicurezza, come sempre, sarà un requisito fondamentale con il rispetto delle normative sul traffico aereo e delle condizioni meteorologiche previste per il volo a vista, comprese quelle relative al trasporto di persone”.

Ricordiamo che, grazie alla collaborazione con il Centro operativo AIB di Curno del Corpo forestale dello Stato, i piloti impegnati nell'iniziativa sanno come distinguere e segnalare un focolaio o un incendio, evidenziando quali sono gli elementi necessari da comunicare.

“Si tratta di una ottima collaborazione tra Istituzioni e Aeroclub quella che rinnoviamo con la firma di oggi” – conclude l'assessore Fausto Carrara – “una attività di rilievo svolta a titolo gratuito e su base volontaria per la tutela del territorio orobico, un chiaro esempio di come insieme si possa fare squadra, concretizzando idee e realizzando progetti a beneficio della comunità bergamasca”.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata