Martedì 24 Aprile 2012

Sci, ultima «follia» della stagione
sulle piste di Pora, Barzio e Gromo

Come annunciato nei giorni scorsi, si scia ai Piani di Bobbio, il comparto valsassinese della stazione bianca di Valtorta-Piani di Bobbio. Vista la buona quantità di neve fresca, la direzione degli Impianti turistici barziesi (Itb) aveva deciso di offrire l'opportunità di una giornata in quota ai fedeli frequentatori di questo centro turistico/escursionistico.

Le previsioni davano quasi certezza di meteorologia più che favorevole per cui ecco l'«offerta speciale» di un'escursione in quota, con la cabinovia che sale da Barzio (Lecco). E per coloro che avessero avuto nostalgia di una discesa estemporanea avevano preparato al meglio la Pista Camoscio che si risale con seggiovia quadriposto. Agibile pure la pista dello sci nordico. Prezzo cumulativo di dieci euro per la fruizione dei due impianti, mentre resta chiusa la seggiovia da Valtorta.

Restano chiuse le altre stazioni brembane, la più importante Bremboski dove di neve ne è arrivata parecchia, oltre mezzo metro sui piazzali di Foppolo e San Simone di Valleve. «Il manto nevoso è consistente – hanno osservato dalla direzione di stazione – ma è neve pesante, bagnata, c'è il rischio di scivolamento di placche dai pendii o nei canalini, e volendo lavorare la neve si dovrebbe lasciarla sedimentare almeno per un paio di giorni. Se poi come previsto arriveranno il sole e l'innalzamento delle temperature dell'aria, è molto facile che il manto nevoso si squagli rapidamente».

Naturalmente l'abbondante nevicata, con neve piuttosto pesante, dovrebbe scoraggiare escursionisti e scialpinisti ad avventurarsi sulle montagne. Questo perché è forte il pericolo di caduta valanghe, indicato in quattro su una scala di cinque.

In Val Seriana si scia al Pora e a Spiazzi di Gromo, nella parte alta della stazione invernale, sui pascoli della Vodala, tra i 1.750 e i 1.550 metri di quota. In funzione quindi la seggiovia Spiazzi-Vodala e la Vodala-Vaccarizza. Aperto il rifugio in quota.

r.clemente

© riproduzione riservata