Giovedì 14 Giugno 2012

Lui usa le scale, lei l'ascensore
Finto postino arraffa 500 euro

Mentre la badante scendeva in ascensore per raggiungere il finto postino truffatore, lui saliva nell'appartamento dalle scale. E mentre lei risaliva a casa sempre in ascensore, lui se ne scappava ancora a piedi e con ben 500 euro in tasca. Truffa nel pomeriggio di mercoledì 13 giugno a Bergamo, in via Palazzolo.

Nell'appartamento di un anziano di 87 anni al citofono si è presentato nel pomeriggio di mercoledì un uomo che si è spacciato per postino. Subito la badante è scesa al pianoterra per verificare la raccomandata da firmare, aprendo la porta d'ingresso. Mentre però lei raggiungeva l'atrio del palazzo con l'ascensore, il finto postino ha raggiunto la casa dell'uomo chiedendo di utilizzare il bagno per un'emergenza. Il finto postino si è così diretto nella camera da letto dell'anziano dove ha razziato 500 euro in contanti per poi uscire dall'appartamento e scappare a piedi dalle scale, proprio mentre la badante stava risalendo nell'appartamento in ascensore. Immediata la telefonata alla questura di Bergamo, l'anziano, in stato confusionale, non è riuscito a dare informazioni sul truffatore.

Sempre nel pomeriggio di mercoledì un'altra truffa si è verificata in via Zanica alla Lottomatica. Un uomo, dal fare distinto e molto elegante, si è presentato con 840 euro in contanti per ricaricare la sua tessera Paypall. Al momento della ricarica, però, l'uomo è scappato con i soldi e la tessera ricaricata. Il dipendente della Lottomatica infatti stava già effettuando la transazione e non è riuscito a bloccarla. Anche qui è intervenuta la questura.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata