Domenica 01 Luglio 2012

Calcinate: schianto in moto
Muore fabbro 44enne di Albano

È morto agli ospedali Riuniti di Bergamo, a due ore dall'incidente in cui era rimasto coinvolto venerdì sera a Calcinate: un'emorragia interna non ha dato scampo ad Armando Gamba, 44 anni, fabbro di Albano Sant'Alessandro.

L'artigiano ha perso all'improvviso il controllo della sua motocicletta, una Kawasaki, finendo contro la rotonda di via Galvani, all'altezza del polo logistico della Gewiss. All'altezza di una curva ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro il rondò. Il centauro ha urtato il cordolo della rotatoria ed è stato sbalzato dalla sella finendo violentemente a terra.

Le sue condizioni sono parse gravi fin dall'inizio. Sembra che il motociclista abbia fatto tutto da solo e nell'incidente non siano rimasti coinvolti altri veicoli. Qualche passante ha dato l'allarme al 118 che ha inviato sul posto un'ambulanza.

Dopo circa mezz'ora di tentativi è stato portato d'urgenza ai Riuniti di Bergamo, dove il suo cuore ha smesso di battere alle 22,20. Sembra che il decesso sia stato provocato dallo schiacciamento del torace nella brusca caduta sull'asfalto.

La salma è stata portata nella camera ardente allestita alla casa del commiato a Seriate. Il funerale sarà celebrato martedì alle 9 nella chiesa parrocchiale di Albano Sant'Alessandro. Armando Gamba abitava in via Colleoni con la mamma Augusta e il papà Angelo. Lascia nel dolore anche la sorella Alessandra. Il 44enne era titolare, insieme al padre Angelo, di una ditta specializzata nella produzione di cancelli e porte, in via Spallanzani, nella zona industriale di Albano.

Leggi di più su L'Eco di domenica 1° luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata