Mercoledì 01 Agosto 2012

Il monumento a Locatelli
sarà restaurato a costo zero

Il monumento dedicato ad Antonio Locatelli, situato in cima alla via dedicata all'eroico aviatore, nei pressi della stazione della funicolare di viale Vittorio Emanuele, tornerà presto al suo antico splendore. E a costo zero.
L'operazione sarà possibile grazie alla collaborazione realizzata dal Comune, dalla Provincia, dall'Associazione artigiani di Bergamo, dalla Torre Restauri, dalla ditta Guatterini Costruzioni e dalla Technograf.

La convenzione è stata firmata ieri mattina a Palazzo Frizzoni dal Comune (rappresentato dal sindaco Franco Tentorio e dall'assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli) e dal colonnello Stefano Zinno, comandante del 3° Reggimento Aves (Aviazione dell'Esercito) Aquila di Orio al Serio.

«Siamo lusingati – ha detto il colonnello Zinno – che l'amministrazione comunale abbia accettato la nostra proposta, perché ci teniamo a riconsegnare alla città questo monumento con un aspetto più dignitoso, in quanto intitolato a un eroe dell'Aeronautica italiana al quale, oltre a tutto, è intitolata la nostra base a Orio».

«Per questo – ha aggiunto – abbiamo cercato sul territorio aziende che senza alcun onere eseguissero questi lavori di rigenerazione sia della parte marmorea, sia di quella in bronzo del monumento. Le abbiamo trovate anche grazie all'intervento del presidente del Consiglio provinciale. Si tratta quindi di aziende esperte, che già hanno realizzato altri lavori pubblici in città. I lavori al busto e alla fontana dovrebbero partire poco dopo Ferragosto, e conto di essere presente alla cerimonia di restituzione alla cittadinanza del manufatto rimesso a nuovo prima di lasciare il mio attuale incarico, il prossimo 28 settembre. È un bel gesto quello delle ditte, soprattutto in tempi come questi, contrassegnati da esigue risorse economiche».

«Si tratta di un'iniziativa – ha detto l'assessore Saltarelli – che abbiamo molto apprezzato come amministrazione, in quanto ridare lustro a questo monumento rappresenta un evento positivo per tutta la nostra provincia. Non dimentichiamo infatti che Antonio Locatelli, oltre a essere un figlio della città di Bergamo, ha ottenuto la triplice medaglia d'oro al valor militare. Ritengo dunque doveroso che si debba riservare la dovuta attenzione al monumento che ritrae questo pilota pluridecorato».

F. Lamb.

a.ceresoli

© riproduzione riservata