Lunedì 06 Agosto 2012

Benzine: sconti nel weekend
Ma il lunedì prezzi da record

Nuovo balzo del prezzo della benzina. Dopo l'ottavo fine settimana di sconti, i prezzi alla pompa sono tornati a salire, spinti dagli aumenti delle quotazioni internazionali che vanno avanti ormai da due settimane. Nel consueto monitoraggio, «Staffetta quotidiana» ha registrato in particolare il forte aumento deciso da IP: +2 cent sulla benzina a 1,888 euro al litro, +1 cent sul diesel a 1,780 euro. Le medie ponderate nazionali per il servito sono di 1,859 euro per la benzina e di 1,765 per il diesel.

«I prezzi della benzina fanno registrare l'ennesima impennata, arrivando a livelli elevatissimi in alcune zone d'Italia. Le revisioni al rialzo del costo della benzina sono del tutto ingiustificati e si ripercuotono sul generale aumento dei prezzi: basta pensare che l'inflazione nel mese di luglio si è attestata a quota 3% e il carrello della spesa risulta in aumento del 4% su base annua. L'aumento è ancora più grave se si considera che è stato applicato poco prima del primo weekend da bollino rosso, nel corso del quale milioni di italiani trascorreranno pochi giorni di vacanza utilizzando l'automobile per spostarsi». Così Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

«Considerando i prezzi massimi della benzina, il pieno di un'utilitaria può costare fino a 95 euro: per andare e tornare dal luogo di residenza, quindi, si possono arrivare a spendere 190 euro per circa 100 litri di benzina. Gli incrementi - aggiungono - vanno inoltre a vanificare le promozioni e gli sconti praticati da varie compagnie nel fine settimana, che dimostrano la possibilità di ridurre i prezzi. Per poter avere effetti positivi concreti, le tariffe applicate nel weekend dovrebbero diventare permanenti, universali e praticati attraverso tutti i canali di distribuzione. Occorre far stabilizzare il prezzo della benzina su un livello accettabile, provvedendo a contrastare i fenomeni speculativi. La diminuzione permanente dei prezzi di 15-16 centesimi al litro - concludono - permetterebbe ad ogni automobilista di risparmiare circa 8 euro a pieno, pari a circa 192 euro su base annua».

e.roncalli

© riproduzione riservata