Mercoledì 08 Agosto 2012

In bici, stroncato da un infarto
muore l'ex sindaco di T. Boldone

Un cicloamatore di 64 anni, Alberto Carrara, sposato e con figli, residente a Torre Boldone, di cui è stato sindaco, è deceduto poco dopo le 17, a causa di un infarto mentre, in sella alla bicicletta, stava percorrendo via Kennedy (la vecchia provinciale) a Villa di Serio, poco lontano dall'uscita della galleria di Negrone in direzione Nembro-Pradalunga.

Carrara percorreva in bici da solo la strada quando, probabilmente a causa di un infarto, è caduto esanime a terra. Alcuni automobilisti di passaggio hanno visto il corpo sull'asfalto e hanno dato l'allarme.

La segnalazione è giunta alla Polizia Stradale che, a sua volta, ha allertato l'ex Consorzio di polizia locale “Valle Seriana” di Nembro che ha inviato sul posto una pattuglia. E' intervenuto il servizio di 118 con un'eliambulanza e un'automedica con a bordo il medico che non ha potuto fare altro che costatare la morte dell'uomo.

Alberto Carrara, sposato e padre di una figlia e un figlio, abitava a Torre Boldone in via Fratelli Calvi 5: da lì sabato mattina partirà il corteo per i funerali che saranno celebrati alle 9,30 nella parrocchiale del paese. Perito industriale, nato a Rota Imagna nel 1948, Carrara era una figura di spicco della vita amministrativa e sociale del paese: era stato infatti sindaco di Torre Boldone nel quinquennio 1990-95 e dal 2006 era presidente del circolo politico culturale «Don Luigi Sturzo», gruppo che da diversi anni promuove iniziative culturali e aggregative sul territorio di Torre Boldone, curando anche numerose pubblicazioni come l'Agenda annuale e libri di storia locale.

Leggi di più su L'Eco in edicola giovedì 9 agosto

a.ceresoli

© riproduzione riservata