«Ma che razza di riprotezione è?
Costa come un biglietto nuovo»

«Ma che razza di riprotezione è se devo volare a orari assurdi e pagare quanto e forse più di un biglietto comprato ex novo». È lo sfogo di una nostra lettrice che, dopo una raffica di telefonate per cercare soluzioni ha optato per comprare un biglietto nuovo.

«Ma che razza di riprotezione è? Costa come un biglietto nuovo»



Spett.le Redazione,
vorrei esporre a mio modo il mio punto di vista riguardo la faccenda Wind Jet. Perchè trovo scandaloso il modo in cui è stato permesso di gestire tutta la questione.

Questo è il mio caso.
Ho acquistato il 17 giugno un biglietto Windjet andata 15 agosto e ritorno 25 agosto da Orio al Serio per Catania al prezzo di 330 euro. A seguito della crisi della compagnia aerea ho cercato informazioni riguardo le tanto declamate riprotezioni e mi sono resa conto che Alitalia riprotegge i voli ma durante la notte (dall'una alle 7 della mattina) sborsando peraltro un sovrapprezzo di 80 euro almeno e, inoltre ci viene comunicato solo il giorno prima quando e se il volo viene riprotetto e da che aeroporto.

Ho chiamato il numero verde di Alitalia e non risponde nessuno. Ho chiamato il numero di assistenza di Meridiana e dopo 25 minuti di attesa mi comunicano che loro non riproteggono ma propongono solo dei biglietti nuovi a prezzi 'vantaggiosi' che possono essere acquistati su internet (spesa media 84 euro senza bagaglio).

Ho chiesto a loro se è possibile acquistare un nuovo biglietto come se fosse una riprotezione ma mi è stato risposto che loro emettono solo biglietti nuovi.

A questo punto chiamo l'Enac e chiedo se è possibile chiedere il rimborso del biglietto Wind Jet e acquistare un biglietto nuovo e spiego cosa mi ha detto Meridiana. Dopo molta incertezza loro mi rispondono che alcune compagnie stanno riproteggendo e altre no, ma che tutti verranno riprotetti.

Spiego che ho guardato sul sito dell'aereoporto di Orio al Serio e dei 4 voli cancellati oggi non si legge nulla sul sito dell'Enac (rispettivamente i voli IV 539- IV 537 - IV 374 - IV 372). La risposta è stata che non ne sapevano nulla e che comunque si sarebbero informati ma che la situazione era complicata.

Morale: dovendo spendere la stessa cifra che spenderei per un biglietto nuovo e rischiando una riprotezione su orari impossibili o che mi penalizzerebbero le ferie o addirittura di passare ore e ore in aeroporto senza notizie certe, ho optato per comprare un biglietto nuovo A/R con Meridiana partendo da Linate (per cui dovrò pagare anche il parcheggio auto).

A questo punto vorrei solo capire come richiedere e a chi il rimborso del biglietto acquistato a suo tempo (visto che il sito Wind Jet è inaccessibile) o come comunicare che non voglio avere riprotezioni ma solo il rimborso del biglietto pagato.

In ogni caso ritengo che tutta questa situazione sia una truffa poichè riproteggere i passeggeri a loro spese allo stesso prezzo del biglietto che viene messo in vendita è una cosa che non dovrebbe essere permessa. La sensazione è che sia un'operazione volta a evitare i rimborsi e non a fornire un vero servizio di assistenza ai viaggiatori.

Pertanto se è possibile qualsivoglia intervento al riguardo io aderirò pienamente. Concludo dicendo che ho un'amica che sarebbe partita lo stesso giorno (il 15 agosto) da Bologna e che oggi è andata all'aereoporto Marconi di Bologna per avere chiarimenti. A lei, per la riprotezione, hanno chiesto 114 euro a tratta, totale 228 euro e sul sito di Meridiana le due tratte costavano complessivamente 168,03 euro.

Cosa veramente assurda
Cordialmente»
Alessia Mariani

© RIPRODUZIONE RISERVATA