Martedì 14 Agosto 2012

Sfida con i cani da pastore
Silvia e Vento battono 93 mandriani

Ha sbaragliato la concorrenza maschile e, dopo due anni, ha riportato l'ambito titolo per cani da pastore in terra bergamasca. Lei si chiama Silvia Paganessi, ha 24 anni e viene da Gandino. Domenica scorsa ai Piani dell'Avaro, insieme al suo cane Vento di quattro anni, si è aggiudicata il primo premio battendo ben 93 mandriani. La competizione, che è giunta alla nona edizione e che ogni anno vede un aumento di pubblico (quasi duemila persone) e di partecipanti, consiste nel saper radunare una mandria di mucche e nel farla scendere di qualche metro nel campo di gara. A Silvia è bastato un comando, rigorosamente in dialetto, affinché Vento aggirasse le mucche e le portasse verso valle. Per la coppia non è stato difficile, visto che Silvia è una mandriana di professione e per di più è figlia d'arte: «Ho imparato il mestiere dai miei genitori. Con loro e mia sorella gestisco un alpeggio in Valpiana. E lo faccio da quasi otto anni. In tutto abbiamo 140 mucche».

I mandriani orobici, quindi, hanno avuto il loro riscatto dopo il flop dell'anno scorso, quando vinse Giovanni Colli di Delebio (Sondrio) e il primo bergamasco si classificò al quinto posto. Ma Silvia non è la prima donna ad aggiudicarsi il titolo. Due anni fa, infatti, vinse una ragazza di Dossena, Gloria Gamba, di appena 12 anni. Sul podio, dietro a Silvia, Simone Zanni di Sovere e Giacomo Rota di Roncola. Al quarto posto Giuseppe Mognetti di Bossico, quindi Luigi Cantoni di Darfo Boario, Meffeo Magnolini di Borno (Brescia), il vincitore della scorsa edizione Giovanni Colli, Franco Galbusera di Pasturo (Lecco), Dario Persico di Cene e Mattia Alborghetti di Endine.

e.roncalli

© riproduzione riservata