Domenica 26 Agosto 2012

Incidente di sabato a Presezzo
I due 60enni ancora gravi

Sono ancora in prognosi riservata i coniugi Camillo Preda, di 62 anni, e Graziella, di 60 anni, di Presezzo che sabato sera 25 agosto, a bordo del loro veicolo Daiahatsu Terrios sono rimasti coinvolti in un incidente stradale: la loro auto si è sconrata con una Audi 4 station wagon nella quale viaggiavano 3 giovani.

Camillo Preda che era alla guida è ricoverato agli ospedali Riuniti di Bergamo invece la moglie all'Istituto Humanitas Gavazzeni. Le loro condizioni sono gravi, ma fortunamente rischiare la vita. Al Policlinico San Pietro per contusioni e ferite non gravi le persone a bordo della seconda auto: P.C. L., 28 anni guidatore di Palazzago; W.M., 34 anni di Villa d'Almè, e la ragazza C.L. di Bergamo.

Lo schianto è avvenuto alle 22,30 sulla via Vittorio Veneto (s.p. 166 Ponte San Pietro-Paderno d'Adda) all'altezza delle vie Baserghe e Colombaia. A quell'ora Camillo Preda stava percorrendo con il suo veicolo la provinciale, direzione da Bonate Sopra. Proprio in quel momento è sbucata da via Colombaia l'Audi station condotta dal 28enne che ha centrato il veicolo Terrios nella parte laterale anteriore sinistra. A causa del violento scontro la Daiahatsu è stata sbalzata contro una recinzione privata (civico 1207) che fa angolo con via Colombaia. Dopo aver sfondato la recinzione in rete metallica il veicolo si è ribaltato su un fianco ed ha finito la sua corsa contro una pianta. L'Audi invece si è infilata, in testa coda in via Colombaia dove si è fermata con la parte anteriore rivolta verso via Vittorio Veneto.

Sul posto l'auto medicalizzata e le ambulanze, una pattuglia della polizia locale dell'isola e i carabinieri di Ponte san Pietro. La strada provinciale è rimasta chiusa sino all'una al fine di permettere agli agenti di polizia locale di effettuare i rilievi e ai mezzi di soccorso di rimuovere i due veicoli.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata