Lunedì 17 Settembre 2012

L'incendio di domenica a Verdello
l'appartamento resta inagibile

Resta inagibile l'appartamento di via Palestro a Verdello dove domenica sera è scoppiato un incendio scoppiato: nel rogo il proprietario - che ora è ospitato da amici - era rimasto ustionato, mentre la figlia aveva riportato una lieve intossicazione.

Le fiamme si erano sviluppate al terzo piano di un condominio  nel centro del paese. L'allarme era scattato alle 22,15: secondo gli accertamenti, a scatenare il rogo sarebbe stato un cortocircuito causato da un sovraccarico nella presa del frigorifero.

Le fiamme hanno subito avvolto l'elettrodomestico e poi l'intera cucina: il padrone di casa, un quarantenne senegalese, ha cercato di spegnere l'incendio ed è rimasto leggermente ustionato alle mani. È statro medicato sul posto.

La figlia invece è stata trasportata in ambulanza per accertamenti all'ospedale di Treviglio, ma le sue condizioni non destano preoccupazioni. Il fumo e le fiamme che uscivano dalle finestre hanno allarmato molti residenti di via Palestro e Papa Giovanni, che hanno chiamato il 115.

Sono intervenute quattro squadre di pompieri da Bergamo e Dalmine, che hanno lavorato fino a mezzanotte. Domato il rogo, l'intero appartamento è stato dichiarato inagibile. Sul posto i carabinieri di Verdello. Il calore delle fiamme ha fatto staccare parte della struttura in mattoni del soffitto; il cortocircuito invece ha messo completamente fuori uso l'impianto elettrico.

r.clemente

© riproduzione riservata