Giovedì 20 Settembre 2012

Lavori inesistenti e code in A4:
Belotti bacchetta le Autostrade

La bretella che dall'autostrada A4 immette sulla Tangenziale Est di Milano da circa 4 mesi è stata ridotta ad una sola corsia a causa di alcuni lavori di consolidamento che però a tutt'oggi non sono ancora iniziati. Così l'assessore regionale all'Urbanistica e Territorio, Daniele Belotti, ha preso carta e penna e ha scritto ad Autostrade Spa e Milano Serravalle-Milano Tangenziali.

Belotti ha chiesto «la sollecita esecuzione dei lavori di consolidamento della bretella tra la A4 e la tangenziale Est e la conseguente riapertura al transito della seconda corsia o, in caso di mancato avvio immediato degli stessi la riapertura immediata al transito della seconda corsia fino al momento di effettivo inizio dei lavori».

La riduzione della carreggiata stradale da due corsie a una, in un tratto così congestionato, provoca nelle ore di punta, spiega Belotti, lunghe code in uscita dall'autostrada. E a seguito delle code in corrispondenza dell'uscita per la Tangenziale Est si crea anche una situazione di forte rischio incidenti lungo l'A4, per le manovre spesso azzardate di automobilisti che non si accorgono dell'uscita.

Belotti fa anche notare che il costo del pedaggio del tratto Bergamo-Milano è tra i più alti di tutte le tratte autostradali italiane. Inoltre «da un paio di giorni, quegli stessi lavori sulla bretella vengono anche segnalati sui cartelli luminosi, ma il cantiere degli stessi pare non essere ancora aperto».

Sempre in tema di autostrada Belotti fa anche le pulci alle corsie riservate al Telepass. Scrive: la barriera della Tangenziale Est, in uscita dalla A4 ed ingresso in tangenziale, sono presenti 9 varchi, di cui solo 3 dotati di telepass (uno dei quali misto perché consente il pagamento anche con Viacard); inoltre in uscita dalla tangenziale Est e ingresso in A4 i varchi sono 5 in tutto, dei quali solo 3 con Telepass (uno dei quali misto, in quanto consente anche ritiro biglietto).

Così negli orari di punta dei giorni feriali si registrano lunghe code in corrispondenza dei varchi Telepass, mentre risultato ampiamente sottoutilizzati sia i caselli con viacard che quelli con l'operatore. L'equilibrio sarebbe da modificare, potenziando le corsie Telepass.

r.clemente

© riproduzione riservata