Mercoledì 17 Ottobre 2012

Frana in alta Val Brembana
Si ipotizza una riapertura giovedì

Indiscrezioni parlano di una riapertura a breve. Forse già nella serata di giovedì dopo i lavori di pulizia, disboscamento e messa in sicurezza in atto. Una grossa frana ha interrotto la circolazione sulla strada provinciale numero 1 dell'alta Valle Brembana, che da Piazza Brembana conduce al ramo sinistro della valle e verso i paesi a monte di Olmo al Brembo. Una massa di rocce, tra cui un macigno di circa due metri cubi e anche alcuni alberi, si è staccata lunedì sera dal pendio che sovrasta la strada provinciale all'altezza del santuario della Madonna dei Campelli, proprio nelle immediate vicinanze dell'edicola votiva, a un centinaio di metri dall'impresa edile Antonio Regazzoni.

La frana, con un fronte di otto metri per sette, ha di fatto bloccato la circolazione e il traffico è stato quindi deviato sulla strada comunale che porta alla frazione Frola. Ancora una volta una tragedia sfiorata. La zona è infatti soggetta a frane e per l'ennesima volta si è verificato uno smottamento. Fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta.
Anche se pure in questo caso il rischio è stato grande, dal momento che la frana si è verificata intorno alle 22,30 e quindi in un orario in cui c'è ancora gente di passaggio.

Intanto, grazie alla strada comunale che da Olmo porta alla frazione Frola, i dieci paesini a monte della frana (Olmo al Brembo, Ornica, Valtorta, Cassiglio, Santa Brigida, Averara, Cusio, Piazzolo, Piazzatorre e Mezzoldo) non sono rimasti isolati. Il traffico è stato dirottato sulla strada comunale di Frola che si riunisce alla provinciale dopo il santuario della Madonna dei Campelli, di cui è sostanzialmente una parallela.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata